Progetto “Respiro”

PREMESSA:

Le famiglie di persone disabili si trovano a gestire con particolare difficoltà il tempo libero dei loro figli.
Purtroppo, i luoghi di aggregazione e svago non sempre tengono conto delle loro fragilità e dei loro bisogni.
Inoltre, un importante tematica per i familiari resta il pensiero di ciò che succederà “dopo di noi”. Infatti, le strutture di accoglienza esistenti sul territorio risultano essere dei servizi che non riescono a rispondere alle reali esigenze delle famiglie. Sono spesso considerate l’unica ed ultima possibilità per i loro figli , nel senso che vengono prese in considerazione quando ormai le risorse psichiche e fisiche necessarie per l’accudimento dei disabili sono ormai esaurite.
progettorespiroQuesto progetto dunque nasce per dare risposta alla doppia esigenza delle famiglie di disabili:  creare una struttura di tempo libero dove entrambi i soggetti, disabili e famiglie, possono sperimentare piccole esperienze di vita fuori casa, d’altro canto incominciare ad accompagnare, attraverso progetti specifici e di formazione, le famiglie e gli utenti verso l’idea di una vita “dopo di noi”.
Il progetto “RESPIRO” si connota, quindi, come servizio educativo rivolto a persone disabili maggiorenni e allo loro famiglie. Lo spazio del progetto sarà un appartamento in cui gli utenti potranno trascorrere il fine settimana, accompagnati da un educatore professionale e da volontari, svolgendo attività ricreative e sperimentando diverse forme di autonomia (attraverso preparazione pasti, riordino camere, spesa, igiene personale). Inoltre, per le famiglie, verranno predisposti dei percorsi di riflessione sull’esperienza e di formazione e accompagnamento alle genitorialità.

La fondazione Nord Milano grazie al suo sostegno è riuscito a concretizzare un sogno che i soci della nostra Associazione accarezzavano da tempo!

 

OBIETTIVI:

Per gli utenti:
Favorire la possibilità di sperimentare forme di autonomia personali fuori dal contesto famigliare
Offrire momenti di tempo libero
Costruire nuove relazioni sociali
Stimolare l’acquisizione di strategie per raggiungere obiettivi
Favorire la nascita di nuovi interessi
Mantenere un sentimento di appartenenza civica
Favorire la conoscenza del territorio e dei suoi servizi e spazi

Per le famiglie:
Offrire spazi e tempi per la riflessione sulla genitorialità
Favorire il sollievo nella presa in carico dei propri figli
Sviluppare una rete di nuove relazioni e punti di riferimento
Offrire una restituzione professionale del percorso che i figli stanno facendo
Creare un gruppo di auto-mutuo-aiuto

Per i volontari:
Coinvolgere persone da inserire nel progetto
Offrire percorsi formativi
Approfondire i temi legati alla disabilità

AZIONI:

Organizzazione di serate di presentazione del progetto
Ricerca di volontari maggiorenni
Corsi di formazione per volontari
Corsi di formazione per genitori
Organizzazione delle attività del servizio attraverso un lavoro di equipe e supervisione
Incontri di restituzione coi famigliari
Valutazione e monitoraggio del progetto

ORARI DI APERTURA:

Dal sabato pomeriggio ore 16 alla domenica mattina ore 10.00
L’obiettivo del progetto è quello di prolungare i tempi di permanenza degli utenti, a partire dal venerdì pomeriggio.

SPAZI:

Appartamento quadrilocale, nel comune di Senago

UTENZA:

Il servizio è rivolto a disabili, maggiorenni con discrete autonomie e alle loro famiglie. Il limite massimo dei partecipanti ad ogni apertura è di 6 persone. L’utenza verrà coordinata e gestita da personale professionale (1 educatore) e volontario (3 volontari)

COSTI:

A cura della Associazione IL TRALCIO ONLUS